In Evidenza Sala Stampa - Comunicati Stampa

Urso: bene “contratto per il centrodestra", non servono vecchi leader ma primarie e programmi

COMUNICATO STAMPA

Non servono vecchi leader, nè altre discese in campo di attori già consumati, ma una nuova classe dirigente che emerga dalle primarie e che si misuri in un nuovo programma di riforme”. E’ quanto rileva Adolfo Urso, presidente di Farefuturo, dando l’adesione della fondazione al manifesto-appello “un contratto per il centrodestra” che in queste ore hanno lanciato giovani, intellettuali, imprenditori e blogger, per una “Leopolda” dei conservatori. L’iniziativa merita il nostro pieno consenso perchè solo sulle idee si può rifondare un centrodestra oggi diviso e rissoso. Questa è l’unica via per superare il feudalismo della seconda repubblica e creare un nuovo modello di classe dirigente unita da un progetto comune e condiviso. Per realizzare le primarie servono regole chiare, già a partire da settembre, al fine di consentire di scegliere candidati comuni anzitutto per  Regioni e Comuni in cui si voterà nella primavera del 2015, e poi, in quelle decisive, una nuova leadership nazionale. Mi auguro che si crei da subito un ‘laboratorio’, con le riviste e le fondazioni che aderiranno all’appello, per costruire, con la rete, una piattaforma già largamente condivisa.

www.contrattoperilcentrodestra.it

Farefuturo

Farefuturo promuove la cultura delle libertà e dei valori dell'Occidente nel quadro di una rinnovata idea d'Europa, forte delle proprie radici e consapevole del proprio ruolo nei nuovi scenari internazionali.

Destina il 5×1000 alla Fondazione Farefuturo

Oggi più che mai il ritorno della Politica – dello sviluppo e della promozione di una buona politica – è una vera e propria “emergenza” nazionale, un antidoto necessario per restituire un binario, una direzione alla nostra Italia. La Fondazione Farefuturo, fin dalla sua nascita, si spende senza sosta per questo: studiare, analizzare ma soprattutto proporre modelli e soluzioni per sostenere i valori del buongoverno e con questi l’Italia che produce, che investe sul domani.

Continua a leggere…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi